European Funding Opportunities in Culture | Napoli 5 luglio 2016

Evento per il 5 luglio 2016 a Napoli

L’accesso alle risorse pubbliche nazionali ed europee è di vitale importanza per la vita delle istituzioni culturali della Campania, non solo per lo svolgimento delle attività ordinarie ma anche per affrontare le sfide della trasformazione dei processi indotta dall’innovazione tecnologica.

La giornata informativa organizzata per il 5 luglio 2016 dalla Società Napoletana di Storia Patria e dall’Associazione “Archivisti in Movimento” ha l’obiettivo di informare i cittadini e le istituzioni culturali campane sul variegato panorama di risorse afferenti ai programmi comunitari specifici per il comparto cultura (oltre il noto Sottoprogramma “Europa Creativa”) a gestione diretta della Commissione Europea, con lo scopo di illustrare anche criteri e modalità di approccio ai complessi formulari progettuali.
Il gruppo KEAN è a disposizione per domande, dubbi, orientamenti e contatti per affrontare le sfide dell’europrogettazione.

European Founding

Archim Summer School 2016

L’associazione Archim – Archivisti in Movimento è lieta di proporre ai suoi associati un’esperienza diretta di intervento archivistico: una settimana di affiancamento, nel riordino e nella descrizione di un fondo documentario, ad un archivista nell’esercizio dell’attività libero professionale.
Diversamente delle comuni forme di tirocinio o praticantato, l’affiancamento collettivo prevede la partecipazione attiva e propositiva alle fasi del lavoro in un gruppo di pari; l’assimilazione delle esperienze ed il confronto tra competenze potrà così essere vissuto nell’ottica di consumo critico della professione, con indubbio vantaggio per i partecipanti.
L’obiettivo della Summer School dunque non è limitato alla sola tecnica archivistica, ma punta altresì, nell’arco della settimana di soggiorno, alla creazione di un tessuto professionale ed umano stimolante e migliorativo, anche in regime di libera concorrenza. Il Consiglio Direttivo Nazionale – i cui membri compongono per l’occasione il Comitato organizzativo dell’evento formativo – constata che la realizzazione dell’ambizioso evento si deve alla generosità professionale dei propri associati; ringrazia anticipatamente quanti vorranno partecipare e segnala quanto segue: Continue reading “Archim Summer School 2016”

Osservazioni sul bando Mibact per 500 funzionari

L’associazione nazionale Archivisti In Movimento, nel salutare con favore l’avvio delle procedure, da parte del Mibact, dell’atteso concorso per l’assunzione di 500 funzionari, tra i quali 95 archivisti, coglie l’occasione per fare alcune osservazioni in merito al bando.

1) Atteso che in base alla ripartizione territoriale dei posti messi a concorso (art. 1 del bando) alcune Regioni non sono ricomprese nel reclutamento di funzionari (Campania, Abruzzo, Molise, Puglia, Calabria), Regioni in cui nei prossimi anni avrà luogo, come del resto altrove, un ampio processo di pensionamento del personale, nella convinzione che il Ministero abbia previsto un piano organico di turn over per sopperire alle imminenti nuove esigenze di organico, sarebbe auspicabile venire a conoscenza delle caratteristiche e della portata di tale piano, in modo da conferire comprensibilità e ragionevolezza ad una panorama geografico delle assunzioni di non facile comprensione;

2) Un esame delle competenze (di cui all’art. 7 del bando) che saranno oggetto di preselezione e di prova scritta (diritto amministrativo, del lavoro, comunitario, stesura di atti amministrativi, etc.), unitamente alla constatazione che tra esse non figurano di fatto competenze assolutamente fondamentali come, a puro titolo d’esempio, la capacità di redigere un piano di riordinamento, uno strumento di ricerca, un progetto di restauro o di percorso espositivo, né la storia generale, né quella del diritto e delle istituzioni, fa sorgere il dubbio che il Ministero ritenga di necessitare, più che di archivisti che si dedichino alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio documentario statale (la cui necessità è sotto gli occhi di tutti), di funzionari amministrativi, e che abbia colto l’occasione per assumere archivisti che svolgeranno (soprattutto?) mansioni tecnico-amministrative;

3) È da giudicare, infine, del tutto inaccettabile il bonus di cui all’art. 9 lettera b del bando, attribuito a coloro che hanno partecipato a tirocini formativi ministeriali (iniziative su cui abbiamo più volte avuto modo di esprimere la nostra totale criticità), stante la limitazione ex lege di accesso a monte, ovvero il limite di età previsto per la partecipazione ai suddetti tirocini: un illegittimo favore elargito per di più correlato ad un elemento del tutto casuale, dato che l’età anagrafica non costituisce in sé titolo di merito, né è frutto di inclinazioni o scelte personali; oltretutto l’esperienza maturata in tali tirocini formativi sembra, per ragioni incomprensibili, avere, agli occhi del Ministero, un peso specifico (5 punti per ogni semestre) decisamente superiore a quella maturata in attività professionale vera e propria (2 punti per ogni anno).

Queste solo alcune, le più gravi, tra le numerose incongruenze comunque presenti nel Bando, per le quali non si può che auspicare le necessarie tempestive correzioni, da operarsi – come purtroppo già più volte accaduto, anche nel recentissimo passato – da parte del Ministero, onde evitare incresciosi quanto complessi (nonché altamente probabili) complicazioni di natura ricorsiva nelle sedi proprie.

Attivata la convenzione tra Arch.I.M. e Regesta.exe

Arch.I.M. ha firmato, in via Monte Zebio 19 a Roma, il giorno 21 marzo 2016, una convenzione di collaborazione con regesta.exe riguardante l’utilizzo della piattaforma di descrizione multimediale open source xDams nell’esercizio della professione archivistica nei confronti di committenti terzi.

Archim-RegestaPer gli associati Arch.I.M. saranno disponibili, per lo svolgimento della propria attività professionale, strumenti differenziati di descrizione dei materiali di archivio, di pubblicazione, condivisione, conservazione e gestione del patrimonio digitale inventariato. L’accordo prevede inoltre il sostegno ad Arch.I.M., da parte dello staff di archivisti informatici e tecnici di regesta.exe, nelle attività di formazione e promozione sull’uso della piattaforma dirette ai propri associati. Gli associati Arch.I.M. potranno proporre ai propri committenti (istituzioni, aziende, professionisti, pubbliche amministrazioni, privati cittadini) tutti i servizi al centro della convenzione.

Continue reading “Attivata la convenzione tra Arch.I.M. e Regesta.exe”

L’emergenza nascosta: archivi, biblioteche e il futuro della ricerca in Italia

L’incontro promosso dal Coordinamento nazionale per gli archivi e le biblioteche che avrà luogo presso la Sala Alessandrina dell’Archivio di Stato di Roma il 15 aprile 2016, ne segna la prima manifestazione pubblica.

Segnaliamo ed invitiamo alla diffusione. Segue programma.

Coordinamentoarchbib

Se chiude per un giorno il Colosseo, tutti i giornali ne parlano. Se per tre anni chiude la principale emeroteca italiana e se il principale Archivio di Stato italiano diminuisce di oltre il 60% il numero di faldoni che ogni ricercatore può richiedere al giorno, nessun giornale ne parla. Il taglio dei servizi al pubblico di archivi e biblioteche, però, costringe storici e altri ricercatori a rinunciare ai propri progetti di ricerca o a ridimensionarli fortemente. Continue reading “L’emergenza nascosta: archivi, biblioteche e il futuro della ricerca in Italia”

Arch.I.M. sostiene la manifestazione M.G.A. del 18 marzo 2016 per la Giustizia bene comune

Gli archivisti di ARCH.I.M, aderenti alla Coalizione 27F, manifestano il loro appoggio e la loro solidarietà agli avvocati di MGA, che manifesteranno il 18 marzo prossimo al Ministero della Giustizia. Siamo consapevoli infatti che un paese in cui la Giustizia non funziona è un paese in cui i diritti, se pure sulla carta riconosciuti, sono destinati a rimanere senza tutela; e segnatamente i diritti dei lavoratori, spesso parte debole nella relazione con il datore di lavoro o il committente. Per questo il 18 marzo saremo in via Arenula insieme ad MGA, alla Coalizione 27F, e insieme a tutte le associazioni e a tutti i cittadini che hanno aderito e aderiranno all’ iniziativa: perché la Giustizia è un bene comune, perché i diritti sono l’essenza della democrazia.

Archim-27feb-2

Bando del MiBACT per 29 volontari del Servizio Civile. Reti ed associazioni del settore chiedono il ritiro: senza lavoro non c’è cultura!

Il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ha pubblicato lo scorso 29 dicembre il bando per l’assunzione di 29 volontari del Servizio Civile Nazionale per il progetto “Archeologia in Cammino”, in occasione del Giubileo straordinario della Misericordia.

Le associazioni del Coordinamento Confassociazioni Beni e Professioni Culturali, la Rete della Conoscenza, gli animatori della campagna “Mi Riconosci? Sono un professionista dei Beni Culturali“ e la Cia denunciano la gravità e la pericolosità del bando in un settore nel quale si è già colpevolmente diffuso l’impiego del volontariato in sostituzione di professionisti retribuiti. Continue reading “Bando del MiBACT per 29 volontari del Servizio Civile. Reti ed associazioni del settore chiedono il ritiro: senza lavoro non c’è cultura!”

Archivi in Europa. Prospettive, strumenti e opportunità | 29 gennaio Roma

Arch.I.M. – Archivisti In Movimento, in collaborazione con l’associazione Kean e con l’Archivio di Stato di Roma, è lieta di invitarvi al seminario “Archivi in Europa. Prospettive, strumenti e opportunità”, che si terrà il 29 gennaio 2016, dalle ore 15.00 alle ore 18.00 presso la Sala Alessandrina dell’Archivio di Stato di Roma.

Il seminario sarà tenuto dal dott. Riccardo Onori dell’associazione Kean, e riguarderà i seguenti temi:

  • i programmi di finanziamento europeo come strumento principe nelle politiche comunitarie per lo sviluppo socio-economico dell’UE;
  • gli strumenti per gli archivi;
  • i programmi principali di riferimento, caratteristiche e modalità di partecipazione.
  • Il ciclo di programmazione, identificazione e proposizione;
  • i tavoli tematici di KEAN e il piano di collaborazione annuale.

All’evento sarà possibile richiedere la tessera dell’associazione Archim e dell’associazione Kean. Continue reading “Archivi in Europa. Prospettive, strumenti e opportunità | 29 gennaio Roma”

Presa di posizione di Arch.i.m sul bando Mibact per l’assunzione a tempo determinato di 15 funzionari archivisti

Al Direttore Generale Organizzazione del Mibact
dott. Gregorio Angelini
dg-or@beniculturali.it

Alla Dirigente del servizio II – Personale e relazioni sindacali del Mibact
dott.ssa Paola Passarelli
dg-or.servizio2@beniculturali.it

Roma, martedì 12 gennaio 2016

Prot. n. 2 / 2016

Oggetto: avviso pubblico, per titoli e colloquio finale, per l’assunzione con contratto a tempo determinato della durata di 9 mesi di area III, posizione economica F1 di 60 unità al fine di far fronte a esigenze temporanee per il miglioramento e il potenziamento degli interventi di tutela, vigilanza e ispezione, protezione e conservazione nonché valorizzazione dei beni culturali in istituti e luoghi della cultura statali.

Logo-3La scrivente Associazione “Archivisti in movimento” (Arch.I.M.) inoltra la presente in merito al bando di cui all’oggetto, specificamente per quanto attiene ai requisiti per partecipare alla selezione per i 15 posti di “funzionario archivista”.

In dettaglio, i punti che la scrivente associazione sottopone alla considerazione del Ministero proponente sono i seguenti:

1) Titoli di studio generici

Si rilevano delle discrepanze tra i requisiti richiesti nel bando e quanto definito nell’accordo tra Amministrazione e OO.SS., richiamato nel preambolo del bando, concernente l’individuazione dei profili professionali del MIBACT, sottoscritto in data 20/12/2010 e successivamente modificato il 03/10/2011. Tale accordo prevede per il profilo di “Funzionario Archivista di Stato” il possesso dei seguenti requisiti: diploma di laurea magistrale (o di vecchio ordinamento) coerente con la professionalità e diploma di scuola di specializzazione o dottorato di ricerca o diploma delle scuole di archivistica, paleografia e diplomatica, previsti dalla legge per lo svolgimento dei compiti assegnati.
Riguardo al primo requisito richiesto, appare non chiara la corrispondenza fra diploma di laurea “nell’ambito delle discipline dei beni culturali e paesaggistici” previsto dal bando, che sembrerebbe restringere il campo alle sole lauree in Conservazione dei beni culturali e in Scienze archivistiche e biblioteconomiche, e diploma di laurea “coerente con la professionalità” previsto nel succitato accordo, che pare invece includere tutte le lauree del settore umanistico nonché Giurisprudenza e Scienze politiche. Continue reading “Presa di posizione di Arch.i.m sul bando Mibact per l’assunzione a tempo determinato di 15 funzionari archivisti”

Auguri da Archim!

NataleÈ quasi Natale, è quasi il 2016: Archim è entrata ormai nel terzo anno di vita! Guardandoci indietro, non possiamo fare a meno di stupirci per il tanto che si è riuscito a fare in così poco tempo. Entusiasmi, passione, divertimento, difficoltà superate, fatica, sfide nuove che sorgono quotidianamente: nel balzo d’amore un po’ folle che sta nel far nascere ciò che prima non c’era è racchiuso anche questo.

Sono stati due anni fatti di costruzione, invenzione, immaginazione, organizzazione: siamo fatti così, non ci piace contemplare l’esistente. Due anni fatti di amicizie e sostegno raccolti man mano, di visi e consigli, di idee e progetti, di voci e dialoghi, di confronti e scoperte. Non ci va di fare liste, calcoli, consuntivi: non si intonerebbe al caldo silenzio di cui vogliamo circondarci. Ma qualche punto vogliamo ricordarcelo:

  • la nascita della Coalizione 27F, con quel frutto luminoso che è la Carta dei diritti e dei principi del lavoro autonomo e indipendente, che presto presenteremo in tutta Italia;
  • l’intervento di Archim al Dig Eat 2015, in cui abbiamo riaffermato pubblicamente la centralità della professione archivistica, pur nella salutare e necessaria collaborazione e sinergia con altri saperi e altre figure professionali;
  • il lavoro sui requisiti per l’iscrizione nei registri professionali, compiuto con gli amici di Confassociazioni Beni Culturali, teso ad affermare una concezione non elitaria dell’accesso alla professione;
  • il nostro strutturarci interno in Gruppi di lavoro e Gruppi Regionali, germe e segnale di azione, progettualità e crescita.

Il 2016 ci vedrà attivi su questi, e su altri fronti ancora: il tema dei Fondi Europei per gli Archivi, la messa a punto di strumenti di promozione per i professionisti, l’inizio di percorsi di formazione nuovi per gli associati.

Sono già troppe queste parole: noi di Archim vogliamo soprattutto mandarvi auguri di cuore, ché queste feste siano una breve sosta durante la corsa, in cui raccogliere forze e pensieri, prima di continuare e riprendere i nostri cammini. Con due stelle da seguire: il non accontentarci mai più del “meglio di niente”, e la convinzione che costruire e far nascere sia tanto ma tanto più bello dello stare immoti a guardare.

Auguri di cuore,

dal Presidente, dal CDN e dagli/dalle Archim tutt*.