Sì alla liberalizzazione delle riproduzioni fotografiche a scopo di studio in Archivi e Biblioteche

Arch.I.M. – Archivisti In Movimento è favorevole alla liberalizzazione delle riproduzioni fotografiche a scopo di studio in archivi e biblioteche. Non sussistono infatti ragioni valide per non estendere la liberalizzazione, introdotto dall’Art Bonus circa un anno fa, anche ai beni archivistici e librari. Non ragioni di tutela: come autorevolmente sostenuto da studiosi del calibro di Carlo Federici, per noi vale il principio “Se è consultabile, è riproducibile”. I mezzi fotografici di cui siamo dotati eliminano infatti ogni rischio di contatto con il supporto scrittorio, purché sia esercitata, ovviamente, la debita e indispensabile sorveglianza su tutte le attività che avvengono nelle sale di studio. Non ragioni di natura finanziaria: i costi di riproduzione a carico degli utenti non solo costituiscono un limite alla libera fruibilità del Bene Culturale – che noi, come professionisti della mediazione archivistica, siamo tenuti ad assicurare, fatte salve le esigenze di cui poc’anzi – ma garantiscono un gettito assai limitato e non decisivo per le casse del Mibact, e che non deve anzi essere utilizzato per giustificare la prolungata assenza di finanziamenti strutturali di ben altra portata agli istituti di conservazione e valorizzazione.

La libera fotoriproduzione di documenti, che non farebbe altro che allineare l’Italia a quanto avviene già in altri paesi europei, può inoltre costituire un campo in cui sperimentare ed instaurare una valida collaborazione ed alleanza fra utenza e funzionari al fine di costituire repositories di immagini digitali del materiale conservato. Infine, è doveroso rimarcare come la libera riproduzione di materiale archivistico non sia un capriccio amatoriale, ma sia spesso una condizione necessaria per i professionisti degli archivi e della ricerca per esercitare il proprio lavoro senza dover gravare con costi spesso molto alti sulla propria committenza (quando il professionista, come sempre più spesso accade, non si trovi addirittura nella situazione di dover pagare di tasca propria). Per questo motivo ribadiamo il nostro completo favore all’iniziativa portata avanti, ormai da mesi, con tenacia e dedizione da Mirco Modolo, ricercatore e associato Arch.I.M., al quale va il nostro ringraziamento. Nella mattina del 26 giugno prossimo saremo in delegazione presso il Mibact, su invito del Segretario Generale Antonia Pasqua Recchia, per discutere di questi argomenti insieme ai rappresentanti di altre Associazioni.

Il Presidente Arch.I.M.

Angelo Restaino

fotoliberefb

Vai al sito per firmare: https://fotoliberebbcc.wordpress.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...