Per la Sostenibilità della Professione: Arch.I.M. parteciperà all’evento CP – 27 febbraio 2015 – ore 15:30

Gli Archivisti in Movimento, coscienti che la lotta per la Sostenibilità della Professione sia comune alla collettività dei lavoratori ed imprescindibile base per ogni altra iniziativa di carattere professionale, invieranno osservatori in rappresentanza alla Riunione di coordinamento delle libere associazioni di professionisti promossa dal Comitato Professioni Tecniche, prevista a Roma per il giorno 27 febbraio 2015, ore 15:30.

http://www.comitatoprofessionisti.it/comunicato-stampa/

Annunci

Per la Sostenibilità della Professione: Arch.I.M. parteciperà all’iniziativa MGA – 27 febbraio 2015 – ore 9:00

10408602_306015719522288_2022195283478505614_n

La percezione che le professioni Ordinistiche siano più tutelate rispetto alle altre è radicata nella maggior parte delle categorie dei lavoratori. l’Albo come strumento di tutela del professionista, la rappresentanza istituzionale, le commissioni di valutazione, rappresentano soprattutto alle categorie vittime del generalismo amministrativo una solleticante prospettiva ancora oggi. Ma mentre osserviamo i nostri colleghi Ordinisti, scopriamo che non solo il loro Albo non li salva dalla crisi, ma che gli strumenti dell’obbligo hanno costituito un potente strumento di selezione interna su base professionale e censuaria: operata dai vertici dell’Ordine a scapito delle fasce più deboli dell’avvocatura. Scopriamo, per esempio, di come una commissione valutatrice possa decidere se si è o no un professionista a prescindere dal titolo di studio conseguito, sulla base della continuità dell’esercizio professionale o della consistenza dell’introito lavorativo. Siamo pienamente coscienti del vantaggio di esercitare una Libera professione, in cui nessuno possa arrogarsi il diritto di scavalcare un Titolo pubblico di valore legale per selezionare arbitrariamente la concorrenza: ed è proprio per questo che non possiamo non sostenere l’ampio movimento di convergenza che si sta verificando anche tra gli Ordinisti sul tema della Sostenibilità della professione. Per questo gli Archim parteciperanno alle iniziative del prossimo 27 febbraio e continueranno ad osservare, e ad imparare dai colleghi avvocati di MGA.

A PROBLEMI COMUNI SOLUZIONI COMUNI: MGA- MOBILITAZIONE GENERALE DEGLI AVVOCATI SOSTIENE ASSIEME AI NON ORDINISTI L’INIZIATIVA “METTIAMO IL MALUS RENZI IN FATTURA”.

Perché intessere una rete di relazioni con associazioni apparentemente distanti da noi? Sollevammo lo sguardo dal nostro piccolo orto, e ci accorgemmo che le altre professioni culturali si dibattevano in molti problemi comuni ai nostri; e che oltre al primo livello di intervento, quello scientifico, ce ne era uno più tecnico parimenti cruciale, in cui avremmo potuto essere molti, molti di più. Ecco perché abbiamo affiancato il passo ai nostri colleghi, realizzando assieme il Coordinamento Confassociazioni BBCC.
Poi abbiamo ancora sollevato lo sguardo, e ci siamo accorti che al di là del secondo livello di intervento, quello tecnico, ce ne era uno sociale parimenti cruciale, in cui avremmo potuto essere molti, molti di più. Ed è per questo che abbiamo affiancato il passo a colleghi di altre professioni: perché l’insostenibilità della Professione in sé rischia di rendere globalmente vani gli sforzi profusi negli altri livelli d’intervento. Per la Sostenibilità delle professioni, di tutti, marciamo.

A PROBLEMI COMUNI SOLUZIONI COMUNI: MGA- MOBILITAZIONE GENERALE DEGLI AVVOCATI SOSTIENE ASSIEME AI NON ORDINISTI L’INIZIATIVA “METTIAMO IL MALUS RENZI IN FATTURA”..